E’ stato presentato presso il Comune di Crognaleto, in provincia di Teramo, il progetto della nuova scuola IKEA per i bambini del territorio colpito dal sisma dello scorso anno: il complesso, che sorgerà a fine maggio nel Parco Nazionale del Gran Sasso, comprende una scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado, in grado di accogliere 60 studenti.

La scuola di Crognaleto, localizzata nel paese di Nerito paese capoluogo, sorgerà anche grazie agli oltre 7000 collaboratori di IKEA in Italia, che hanno richiesto all’azienda di investire le risorse destinate al regalo di Natale per dare un aiuto alle popolazioni vittime del terremoto.

Il colosso mondiale dell’arredamento svilupperà la scuola su dIKEAue volumi che si distingueranno per colori e dimensioni, entrambi raccolti da una recinzione pensata come icona del progetto: il primo, in legno a vista, si aprirà con due grandi vetrate sul parco e il giardino d’inverno, il secondo, più raccolto, sarà interamente intonacato. Sviluppato su una superficie totale di 325 mq, l’edificio richiamerà nello stile le strutture svedesi, dalla giocosità dei colori alle composizioni tipiche del design scandinavo. Allo stesso tempo sarà un edificio completamente integrato nell’ambiente circostante, la natura del Parco Nazionale, non solo nell’utilizzo di materiali, ma anche nella scelta volumetrica, nello studio delle viste sul panorama.

Questo progetto”, ha spiegato Umberto Locati, Vice Amministratore Delegato IKEA Italia, “rappresenta per IKEA una puntuale assunzione di responsabilità nei confronti dei drammatici episodi legati ai terremoti in Italia che hanno cambiato la vita a migliaia di persone. La casa per noi di IKEA è il posto più importante del mondo. Ecco perché abbiamo deciso di fare qualcosa di concreto per chi l’ha persa. Nel ricostruire la scuola abbiamo pensato ad una soluzione definitiva e non temporanea che possa accogliere i bambini e i ragazzi abruzzesi”.

Presente alla cerimonia anche il sindaco di Crognaleto, Giuseppe D’Alonzo. ”Ho la fortuna di contare due plessi scolastici che ospitano ed educano “le nostre perle”, ragazzi che rappresentano la voglia di scommettere ancora in piccoli territori come il nostro” ha commentato il sindaco aggiungendo chepurtroppo i recenti eventi sismici, unitamente alle condizioni meteo dello scorso mese di gennaio, hanno determinato una situazione di forte criticità nel comprensorio comunale e soprattutto una condizione di sfiducia nella vivibilità dei nostri territori, dovuta alle abitazioni rese inutilizzabili e soprattutto al danneggiamento delle strutture scolastiche, rese inagibili. La donazione di una scuola tutta nuova, e soprattutto sicura, da parte di IKEA rappresenta veramente una “manna dal cielo” che dà speranza alla mia gente e al mio territorio.

 

Print Friendly

Tags: , , ,